- 22 Marzo 2020

La Pandemia di coronavirus e i cambiamenti dei comportamenti online

Alex Gevers
Alex Gevers
Senior Insights Manager

Una prima analisi su come la pandemia di coronavirus sta influenzando il comportamento dei consumatori online in Europa.

Questo articolo fa parte di una serie di approfondimenti sull'impatto della pandemia di Coronavirus sul comportamento del consumatore online. Per ricevere una notifica quando saranno disponibili nuovi aggiornamenti, clicca qui.

Siti generalisti di News

Il numero totale di visite a siti generalisti di News (definiti come siti Web o le app che forniscono notizie su vari argomenti riguardanti questioni nazionali e internazionali, presentando gli avvenimenti più importanti del momento) fornisce un’idea chiara di quando e quanto velocemente la pandemia è riuscita a monopolizzare l'attenzione dell’opinione pubblica. In tutti e cinque i paesi europei esaminati, le visite a siti di General News sono rimaste sostanzialmente stabili fino alla settimana del 10-16 febbraio. Tuttavia nella settimana 17-23 febbraio, gli andamenti si sono profondamente modificati in Italia che ha cominciato ad essere il centro della pandemia europea in quel momento. Negli altri paesi europei, l'interesse è aumentato gradualmente e poi è esploso nella settimana 9-15 marzo. Rispetto la prima settimana dell'anno 2020, il numero di visite sui siti di General News è aumentato del +50% in Francia , +29% in Germania, +142% in Italia, +74% in Spagna e +44% nel Regno Unito.

Social Network

Così come i siti di General News anche i social media hanno cominciato a dedicare attenzione all’epidemia, in particolare durante il periodo dal 17 febbraio al 15 marzo. Nel dettaglio, il numero di visite è aumentato del +14% in Francia, +11% in Germania, +30% in Italia, +55% in Spagna e +18% nel Regno Unito.

Travel

La pandemia sta danneggiando una parte dell'economia; tra le industrie più gravemente colpite c'è il Travel. Come si evince dalla tabella seguente, dalla fine di gennaio il traffico verso i siti del Travel Online è in calo. Infatti, rispetto alla prima settimana di Gennaio 2020, le visite ai siti del Travel Online sono diminuite del -7% in Francia, -36% in Germania, -67% in Italia, -18% in Spagna e -23% nel Regno Unito.

Eventi

Come il settore del Travel, anche quello di Ticketing Online ha subito una battuta d’arresto già ai primi di Febbraio, quando l’epidemia è cominciata a comparire in Europa. Confrontando le visite ai siti Web o App di Ticketing Online della settimana 17-23 febbraio con quelle della settimana 9-15 marzo, si nota un calo del -47% in Francia, -12% in Germania, -52% in Italia, -55% in Spagna e -26% nel Regno Unito.

Food Retail

Anche il settore del Food è stato chiaramente influenzato, sebbene non in modo omogeneo in tutto il continente. I primi segnali sono visibili già nella settimana del 17-23 febbraio, tuttavia in modo diverso da paese a paese. In particolare, nelle quattro settimane che vanno dal 17 febbraio al 15 marzo, il traffico verso siti Web o App del Food Retail è aumentato del +1% in Francia, +20% in Germania, +39% in Italia e +13% nel Regno Unito. Ad eccezione della Spagna, dove, nello stesso periodo, il numero di visite è diminuito del -12%.

Per ricevere una notifica quando saranno disponibili nuovi aggiornamenti, clicca qui.

Coronavirus Insights

Leggi i nostri continui aggiornamenti sull'evoluzione dei trend e gli impatti nel settore Media e advertising su comscore.com/ita/Insights/Coronavirus.

Clicca qui per ricevere i nuovi aggiornamenti non appena disponibili
Registrati

Coronavirus Insights